Aggiornamento sui progetti MOAS a Malta

MOAS è un’organizzazione umanitaria internazionale con sede a Malta che si è recentemente impegnata a sostenere le persone migranti e le comunità di rifugiati presenti sull’isola fornendo assistenza per le sfide che potrebbero affrontare nella loro vita quotidiana.

A Malta, MOAS gestisce diversi progetti che includono iniziative educative e corsi di lingua inglese. Si tratta di progetti in corso e in continua evoluzione, dei quali siamo lieti di darvi un aggiornamento in questo blog.

Progetto di didattica a distanza – Remote Learning Project

Uno dei principali progetti che MOAS gestisce sull’isola è il Remote Learning Project, una iniziativa mediante la quale MOAS fornisce tablet, modem e connessione internet alle famiglie migranti per aiutare i bambini a tenere il passo con i loro studi. Come ha affermato Regina Catrambone, direttrice di MOAS: “L’istruzione è la chiave per dare alle giovani generazioni un futuro migliore.”

Recentemente abbiamo intervistato Princess, originaria della Nigeria, madre di 3 bambini piccoli che vivono a Malta. È una dei beneficiari del Remote Learning Project di MOAS. Nel sottolineare quanto fosse stato utile il tablet fornito da MOAS per suo figlio per frequentare le lezioni online, Princess ha detto: “Mio figlio ha potuto fare i compiti e rimanere al passo con gli studi. Voglio dargli un futuro migliore e tramite l’istruzione potra’ progredire nella vita. Sono molto orgogliosa come madre”.

Dopo aver ricevuto un feedback positivo dai beneficiari, MOAS donerà più tablet e modem con connessione internet alle famiglie in difficoltà. Siamo lieti che, attraverso questa iniziativa, le persone migranti possano continuare a frequentare le loro classi online e speriamo di implementare ulteriormente le nostre iniziative incentrate sull’istruzione sull’isola. Sulla base del successo del Remote Learning Project, MOAS è nella fase iniziale di studio per la creazione di uno spazio di apprendimento multifunzionale presso l’Hangar Open Centre (HOC)*. Abbiamo intenzione di dotare lo spazio di risorse educative come computer, libri e altri strumenti di apprendimento e questo sarà utilizzato dai residenti del centro per svolgere diverse attività: istruzione formale, attività di formazione come corsi di lingua, studio in un ambiente tranquillo, scrittura di CV, ricerca di lavoro e registrazione per i servizi online.

*Si tratta di un Centro di Prima Accoglienza per immigrati e richiedenti asilo, istituito dal Governo Maltese e situato nella località di Hal Far (ndt).

Progetto di accoglienza in famiglia

Per sostenere i cittadini di paesi terzi che, dopo aver lasciato i centri di accoglienza del governo, affrontano un mercato degli affitti difficile e limitato, instabilità finanziaria e scarsa assistenza per l’integrazione, il MOAS ha recentemente lanciato il progetto di accoglienza in famiglia. Attraverso questa iniziativa, MOAS mette in contatto le persone migranti con le famiglie residenti a Malta che desiderano sostenerli. Questo progetto si basa sul principio del do ut des: la famiglia maltese offre sostegno finanziario e abitativo e, in cambio, il partecipante aiuta la famiglia svolgendo mansioni quotidiane.

Dopo l’annuncio di questa iniziativa, MOAS ha ricevuto un immenso sostegno da parte della popolazione maltese e molte famiglie hanno mostrato interesse per il progetto. Come ha dichiarato il nostro direttore: “Con questo progetto, MOAS vuole facilitare l’integrazione e l’inclusione a lungo termine e sostenere lo sviluppo e l’indipendenza dei migranti all’interno della comunità locale.” Siamo grati per la reazione positiva ricevuta dall’iniziativa e speriamo che sempre più famiglie ci contattino  e decidano  di investire in questo progetto a lungo termine.

Lezioni presso l’Osanna Pia*

Dopo una breve pausa estiva, MOAS ha ripreso i suoi progetti all’Osanna Pia Home di Malta. Nel mese di settembre, il professionista di fitness Nigel Michael Mccarthy, ha svolto corsi di ginnastica per i residenti del centro: è stata un’opportunità di migliorare il loro livello di fitness e, allo stesso tempo, per rilassarsi dalle difficoltà e dallo stress della vita quotidiana.

Inoltre, il corso di “Inglese per principianti” riprende a novembre. Uno dei nostri volontari dell’ESC- European Solidarity Corps ** adatterà il corso in base alle esigenze dei beneficiari. Queste lezioni di inglese si concentrano sull’ acquisizione della fiducia in sé stessi, nell’ascolto e nel parlare Inglese in situazioni informali come ad esempio utilizzare i trasporti pubblici, chiedere indicazioni e orientarsi servizi pubblici.

*Osanna Pia è un’istituzione salesiana che, oltre a gestire una casa di accoglienza per giovani senzatetto, organizza corsi di formazione professionale. (ndt)

**European Solidarity Corps, ovvero stagisti volontari coordinati attraverso un progetto europeo di cooperazione (ndt)

Gala

Il 12 novembre abbiamo ospitato il primo evento di raccolta fondi MOAS a Malta. Siamo stati onorati di avere come co-organizzatori lo stilista maltese Luke Azzopardi, la Dr. Joanna Delia e la musicista Alexandra Alden. È stata una magica fashion-night-out, durante la quale abbiamo celebrato 7 anni di lavoro umanitario di MOAS in tutto il mondo a sostegno delle comunità più vulnerabili.

Grazie a tutti gli ospiti che ci hanno onorato con la loro presenza al #Moasgala e che hanno deciso di sostenere il nostro lavoro e i progetti in corso a Malta, Yemen, Somalia e Bangladesh.

Considerazioni finali

Al MOAS, lavoriamo sempre per fornire assistenza a chi ne ha bisogno attraverso i nostri progetti in tutto il mondo e sostenendo le persone migranti a Malta, dove si trova la nostra sede principale.

Tuttavia, la soluzione a molti dei problemi che le peresone migranti devono affrontare richiede più dell’impegno di organizzazioni private. Sono necessarie riforme strutturali e sistemiche, e sostegno da parte dei governi e delle entità sovranazionali, per garantire che le lacune nel sistema di migrazione possano essere colmate.

 

Se siete interessati al lavoro di MOAS e dei nostri partner, seguiteci sui social media, iscrivetevi alla nostra newsletter e condividete i nostri contenuti. Potete  anche contattarci in qualsiasi momento tramite [email protected] . Se volete sostenere le nostre attività, vi preghiamo di fornire quello che potete su www.moas.eu/donate/ .

(traduzione di Alessandra Sisti)

[donate_button_blog]

eupa logo