Profili dei membri dell’equipaggio – Joseph

Il nostro equipaggio professionale e specializzato è una parte importante di ciò che ha reso MOAS l’organizzazione leader nel suo campo. Siamo orgogliosi del nostro team che opera in prima linea in questa crisi e riceviamo costantemente domande a proposito del tipo di persone che compongono il nostro equipaggio e delle varie posizioni che occupano. Questa nuova campagna settimanale vuole far conoscere i membri degli equipaggi MOAS al nostro pubblico ed ai nostri sostenitori, per dare un’idea del loro background e del ruolo che occupano a bordo.

Quando ci siamo avvicinati con la lancia di soccorso rapido (FRDC), ci siamo stupiti di vedere la sedia a rotelle agganciata alla prua della barca. È stata la prima volta che abbiamo soccorso qualcuno in quelle condizioni

Questa settimana vi raccontiamo la storia di Joseph.

“Mi chiamo Joseph e sono un Marinaio Scelto (AB) a bordo di Responder. In un certo senso, il mio ruolo è lo stesso che quello di ogni altro marinaio scelto a bordo di un mercantile: gestisco le cime, in particolare durante le operazioni di ormeggio e quando salpiamo dal porto, faccio i turni di vedetta, e mi occupo di mantenere il ponte in ordine. Con MOAS, quando facciamo dei soccorsi, do’ una mano principalmente aiutando i migranti a salire a bordo della nostra nave. Ci occupiamo anche di tutte le operazioni di sbarco e della sicurezza a bordo, ed assicuriamo ai migranti tutto quello di cui hanno bisogno: cibo, acqua, ecc.

Tre giorni fa abbiamo fatto un soccorso piuttosto particolare che mi è rimasto particolarmente impresso, e che riguardava una barca a motore partita dalla Libia. Una delle persone a bordo aveva una gamba rotta, ed un altro era un paraplegico sulla sua sedia a rotelle. Quando ci siamo avvicinati con la lancia di soccorso rapido (FRDC), ci siamo stupiti di vedere la sedia a rotelle agganciata alla prua della barca. È stata la prima volta che abbiamo soccorso qualcuno in quelle condizioni.

Tutti gli altri stavano bene per fortuna, così li abbiamo trasferiti su Responder senza problemi. Poi però c’è stata la parte complicata in cui abbiamo dovuto inventarci un modo per portare la persona paraplegica a bordo della lancia di salvataggio. È stato allora credo, che le capacità del nostro equipaggio sono venute veramente fuori, ed ho potuto dare una mano usando tecniche che avevo imparato in esperienze precedenti. Alla fine siamo riusciti a portare tutti a bordo senza problemi, ed è andata alla grande.

Guarda il lavoro di Joseph nel video qui sotto:

Hai delle domande per Joseph o per il nostro team in generale? Usa l’hashtag #AskMOAS sui nostri canali twitter e facebook: selezioneremo le migliori domande e risponderemo in un post sul nostro sito.

Per tutte le notizie e gli aggiornamenti iscriviti alla nostra newsletter che trovi sul fondo di questa pagina, e aiutaci a sostenere la nostra missione donandoci qualunque cifra per permetterci di continuare a salvare vite in mare.