2021… che anno è stato!

2021… che anno è stato!

Il 2021 sta volgendo al termine ed è tempo di riflettere sulle operazioni e sui progetti di MOAS. Questo è stato un anno impegnativo, ma produttivo e di successo. Le nostre operazioni hanno raggiunto alcune delle comunità più vulnerabili in tutto il mondo e abbiamo in programma di continuare su questa linea anche nel 2022! Ecco una panoramica di ogni progetto che abbiamo condotto quest’anno e sui risultati raggiunti.

Formazione e riduzione del rischio di catastrofi

Flood and Water Safety

Dall’inizio del 2019, supportiamo i partner locali nel fornire una formazione unica e innovativa sulla sicurezza in caso di inondazioni ed eventi relazionati all’acqua. Il team di MOAS fornisce la propria esperienza ai partner locali nella formazione e nella fornitura di attrezzature sia ai soccorritori volontari delle comunità di rifugiati che ai volontari della comunità ospitante locale. Questa formazione crea resilienza contro i rischi legati all’acqua, ma supporta anche lo sviluppo personale, non solo fornendo ai volontari competenze e attrezzature, ma anche migliorando la leadership e il lavoro di squadra. Questi programmi, inoltre, forniscono mezzi di sussistenza ai sarti locali che producono le nostre attrezzature di sicurezza e ricevono un compenso come parte del progetto. Quest’anno, attraverso i nostri incredibili partner globali, MOAS ha facilitato e sostenuto la formazione di oltre 1.158 rifugiati e 356 rappresentanti della comunità ospitante, e ogni partecipante ha ricevuto una borsa progettata e realizzata localmente da MOAS.

Fire Safety  

All’inizio del 2021 l’aumento della frequenza e della gravità degli incendi negli affollati campi profughi ha portato il nostro team a supportare lo sviluppo di un progetto unico focalizzato sulla riduzione del rischio di catastrofi (Disaster Risk Reduction – DRR), sulla sicurezza e sulla risposta agli incendi. Il progetto si basa su 3 elementi: mappatura dei rischi, formazione per la risposta alle emergenze e ideazione e produzione di attrezzature antincendio.

Il modello di mappatura del rischio consente ai nostri esperti tecnici di consigliare agli incaricati del campo quali sono le aree di particolare rischio e di sviluppare strategie di risposta in base a ciascun contesto. La formazione fornisce anche abilità di primo intervento e tecniche di implementazione della strategia ai volontari della comunità. Infine, il team ha ideato e costruito diverse attrezzature specifiche per il contesto del campo, tra cui tuktuk e zaini antincendio, che sta producendo/acquistando e distribuendo in diversi progetti. Con il supporto di donatori internazionali e di organizzazioni non-governative internazionali che hanno stretto accordi di partnership con noi, il nostro team ha aiutato a produrre 40 unità antincendio tuktuk, ad acquistare e a distribuire 200 zaini antincendio, aiutando anche a fornire una formazione sul loro utilizzo.

Questa programmazione sulla sicurezza antincendio dovrebbe continuare ben oltre il 2021 ed estendersi fino al 2022 con sviluppi ed aggiornamenti ancora più interessanti.

Yemen e Somalia 

Dall’inizio del 2019 MOAS fornisce supplementi nutrizionali e forniture mediche contro la malnutrizione nei bambini in Yemen e Somalia. In questi paesi, paralizzati da guerre, dalla crisi politica esacerbata dal COVID e dagli effetti del cambiamento climatico, l’insicurezza alimentare è ai massimi storici con carestie, siccità e malnutrizione che mettono a rischio milioni di vite. Quest’anno non è stato diverso e, con il supporto continuo dei partner Edesia, ADRA e IMC, siamo riusciti a distribuire con successo oltre 130 tonnellate di medicinali e alimenti terapeutici pronti all’uso ai bambini sull’orlo della fame.

Il 2021 ci ha visto anche stabilire una nuovissima partnership con Action For Humanity, insieme alla quale forniremo aiuti nutrizionali agli ospedali della regione di Raqqa per le comunità attualmente non raggiunte da tali servizi ma che ne hanno un disperato bisogno.

Con il tuo aiuto continueremo a portare questo aiuto salvavita a chi ne ha più bisogno.

Malta 

A Malta, MOAS si impegna a sostenere le comunità di migranti e rifugiati presenti sull’isola fornendo loro assistenza per le sfide che si trovano ad affrontare nella loro vita quotidiana, grandi o piccole che siano. In tal modo gestiamo diversi progetti che vanno dalle iniziative educative, allo sport e alle lezioni di lingua inglese.
Uno dei principali progetti di MOAS sull’isola sono i centri di informazione e apprendimento nei campi profughi di Hal Far. Questo progetto prevede l’istituzione di spazi di apprendimento multifunzionali presso gli Open Centers: questi centri multifunzionali vengono dotati di risorse educative come computer, libri e altri strumenti di apprendimento e vengano utilizzati dai residenti del centro per l’istruzione formale, attività di formazione come lezioni di lingua, studio ed attività essenziali come la stesura del CV, la ricerca di lavoro e la registrazione ai servizi online.
È in corso anche un’iniziativa di apprendimento a distanza, un progetto attraverso il quale MOAS fornisce tablet, modem e la connessione Internet alle famiglie migranti per aiutare i bambini e gli studenti a tempo pieno a stare al passo con i loro studi. Nel 2021, MOAS ha distribuito 4 di questi dispositivi di apprendimento a distanza e speriamo di donarne ancora di più nel prossimo anno.
Il primo partecipante al progetto di Accoglienza in Famiglia di MOAS, in cui i migranti vengono accolti da famiglie residenti a Malta che desiderano sostenerli, ha appena completato il primo anno nell’iniziativa . Attraverso questo progetto miriamo a facilitare l’integrazione e l’inclusione a lungo termine e a sostenere lo sviluppo e l’indipendenza dei partecipanti. Accogliere un rifugiato in famiglia può iniziare ad aprire nuovi dialoghi, generare inclusività e superare i pregiudizi. Il primo partecipante al progetto Family Hosting di 1 anno ha dichiarato:
“La mia vita oggi è così diversa da quella di un anno fa. Le cose stanno andando alla grande. Ottengo tutto ciò di cui ho bisogno. La famiglia è davvero buona, mi sostengono e mi aiutano. Sono brave persone. Mi rispettano e io rispetto molto loro.’
Questo progetto ha permesso al beneficiario di acquisire autonomia, in quanto ha potuto continuare il suo percorso scolastico e fare progetti concreti per il futuro. Tale feedback riflette davvero gli obiettivi di questo progetto in quanto il partecipante è in grado di contribuire attivamente alla società e utilizzare le competenze e le connessioni sviluppate per facilitare la propria crescita e l’indipendenza all’interno di un nuovo ambiente sociale.
Questo progetto è stato un successo, ha ricevuto grande sostegno dalla popolazione maltese e molte altre famiglie hanno contattato l’organizzazione poiché desiderano partecipare a questa “iniziativa di vita a lungo termine” nel 2022.
Sull’isola, MOAS offre anche un corso di “Inglese per principianti”, destinati ai residenti di in alcuni centri di ospitalita’ transitoria dell’isola: il corso è adattato in base alle esigenze dei dei richiedenti asilo e l’obiettivo è quello di imparare la lingua in un ambiente informale. Le lezioni, che si concentrano principalmente sull’inglese colloquiale, aumentano la capacità dei partecipanti di integrarsi nella comunità locale e di accedere alle risorse della comunità. L’acquisizione della lingua inglese può essere vitale per i partecipanti: in questo modo possono trovare un lavoro migliore e creare connessioni nella comunità. In definitiva, le lezioni di inglese svolgono un ruolo vitale nel benessere olistico dei rifugiati e delle società che li accolgono.

Advocacy

MOAS continua a sostenere l’implementazione di #VieSicureELegali di migrazione.

Per tutto il 2021 il team MOAS è stato impegnato a fornire informazioni educative e di sensibilizzazione alla nostra comunità. Il team ha decostruito la terminologia sulla migrazione, spiegato le definizioni legali ed esplorato le narrazioni sull’asilo e gli ostacoli che queste persone devono affrontare. Abbiamo ulteriormente analizzato i principali fattori alla base della migrazione, ovvero fattori economici, politici, sociali e ambientali, in modo che il nostro pubblico possa capire meglio perché le persone decidono di lasciare i loro paesi e rischiano la vita per raggiungere un posto sicuro.

Il team ha inoltre valutato i sistemi legali già esistenti attraverso i quali le persone migranti possono chiedere protezione umanitaria; questi includono, tra gli altri, visti umanitari, programmi di reinsediamento, ricongiungimento familiare e sponsorizzazione comunitaria.

Negli ultimi mesi dell’anno, il team MOAS ha voluto presentare testimonianze positive di come il ricorso a #VieSicureELegali ha aiutato migranti e richiedenti asilo a integrarsi nei paesi e nelle comunità di destinazione, per dare un invito all’azione positivo.

 

 

Guardando al 2022

MOAS sta facendo grandi passi avanti nella DRR e continuerà a sostenere UNHCR, WFP, GIZ, Helvetas e le infrastrutture di gestione dei campi nella mappatura dei rischi, fornendo corsi di formazione e distribuendo attrezzature per combattere i possibili effetti di inondazioni e cicloni, nonché incendi nei campi e nelle comunità ospitanti circostanti.

La nostra campagna di raccolta fondi per i progetti di consegna di supplementi nutrizionali è a buon punto mentre ci sforziamo di fornire gli stessi livelli di supporto allo Yemen e alla Somalia che abbiamo avuto nel 2021, espandendo anche il progetto per includere le prossime consegne in Siria e oltre.

A Malta puntiamo ad aprire il primo centro di apprendimento e informazione nell’Hangar Open Centre (HOC) nel febbraio 2021, che sarà presto seguito da un’apertura simile all’Hal Far Tent Village (HTC). Il progetto di apprendimento a distanza continuerà ad espandersi e MOAS continuerà a fornire supporto ai richiedenti asilo e ai Beneficiari di Protezione (BoP) nella comunità attraverso visite ospedaliere, distribuzione di aiuti umanitari, attività e opportunità educative ecc.

Crediamo che i nostri più grandi successi risiedano nella profondità e nell’ampiezza del supporto che abbiamo fornito ai nostri beneficiari. Continuiamo a impegnarci a lavorare per un mondo in cui tutte le persone siano trattate con dignità e rispetto. Attraverso la nostra esperienza logistica siamo in grado sia di rispondere rapidamente alle crisi emergenti sia di fornire assistenza sociale a lungo termine per mitigare la sofferenza delle persone costrette rischiare la vita per mettersi in salvo.

Se sei interessato al lavoro di MOAS e dei nostri partner, seguici sui social media, iscriviti alla nostra newsletter e condividi i nostri contenuti. Puoi anche contattarci in qualsiasi momento tramite [email protected] Se vuoi sostenere le nostre operazioni, ti preghiamo di donare ciò che puoi su www.moas.eu/donate/

 

eupa logo